Miglior Monitor PC da Gaming 2017: Guida all’acquisto

Trovare il miglior monitor da Gaming è da tempo una mia fissa; ci sono così tante tecnologie e pannelli diversi che diventa difficile capire quale monitor sia quello giusto. Bisogna scegliere bene perchè non importa che scheda video tu abbia, senza il miglior monitor i tuoi giochi sembreranno spazzatura. Ma non preoccuparti, abbiamo raccolto i migliori monitor da Gaming, in varie categorie, per renderti la scelta più semplice possibile.

Ci sono alcune domande che ti devi porre prima, però. Preferisci la qualità dell’immagine o il tempo di risposta? Cerchi un monitor da pro-gaming per esports competitivi con frequenze di aggiornamento altissime oppure un’immagine di qualità? Vuoi un tradizionale 16:9 o sei stato sedotto dalla bellezza ultra widescreen del 21:9? Deve necessariamente essere 4K?

Così tante domande….Ma il fatto è che ci sono così tanti monitor diversi da lasciare sconcertati. Per troppo tempo siamo stati limitati nella scelta di un monitor da Gaming – prima bastava comprare uno schermo grande e con una buona risoluzione, per quanto il nostro conto in banca potesse permettercelo. La tecnologia non evolveva così velocemente come il resto dei componenti dei nostri PC da Gaming. …

Ma, dato che le caratteristiche sono evolute, ora è più difficile capire quale sia il miglior monitor da Gaming . Perciò abbiamo riunito i nostri schermi preferiti per darti una selezione definitiva dei migliori monitor in circolazione in alcune categorie. Nella tabella che segue ci sono le nostre raccomandazioni con i migliori monitor di Gaming nel mercato di oggi, inclusi i migliori monitor da 144Hz, suddivisi per caratteristiche e budget. Speriamo che la lista dei migliori monitor da Gaming che abbiamo stilato vi aiuterà a trovare il vostro miglior monitor del momento! Volete il miglior monitor da Gaming? Potete stare tranquilli, basta guardare qui di sotto.

Come si può vedere nella lista qui sopra, non c’è un solo miglior monitor da Gaming , dal momento che tutto dipende dalle vostre preferenze e dal vostro budget. Secondo il nostro esperto parere, ogni monitor menzionato è il miglior monitor in quella specifica categoria e la lista sarà aggiornata su base mensile per mostrare le ultime aggiunte e sui cambiamenti del monitor e nel settore dei monitor da Gaming. Abbiamo provato i monitor noi stessi, abbiamo letto le recensioni dei clienti, le recensioni degli esperti, abbiamo accumulato valutazioni e altre cose correlate al fine di garantire pienamente che le nostre selezioni siano le migliori.

Miglior monitor di gioco:

Asus ROG Swift PG279Q

L’Asus ROG Swift PG279Q può essere terribilmente costoso per un monitor 1440p da 27 pollici, ma l’Asus Republic of Gamers PG279Q arriva a definirlo assolutamente il migliore pannello di gioco mai realizzato.

Asus ROG Swift PG279Q

Alcuni anni fa, quando l’originale Asus Swift fece la sua prima apparizione, con la sua frequenza di aggiornamento 144Hz e chops Nvidia G-Sync, devo ammettere che ne fui davvero un po’ deluso. Naturalmente la fluida risoluzione 1440p era sensazionale sul desktop e la tecnologia Nvidia di sincronizzazione dei frame aveva eliminato gli effetti di juddering (video poco fluido, che va a scatti) che io nemmeno sapevo mi stesse creando problemi mentre giocavo. Tuttavia era ancora in esecuzione su un pannello TN e non era neanche uno dei pannelli TN migliorati che hanno anche accompagnato la prima ondata di prezzi accessibili di monitor 4K.

Questa è una situazione simile a quella in cui mi ritrovo con gli ultimi ROG Swift PG248Q e Zowie di XL2735, sebbene siano destinati a frequenze di aggiornamento super veloci e tempi di risposta per livelli di gioco competitivi. Una frequenza di aggiornamento rapido può essere ottima, ma se ti viene chiesto di spendere quasi la stessa quantità di denaro su un pannello TN, visto che tu sei ancora per questo ottimo, e ancora rapido, schermo IPS, non c’è davvero paragone.

Il più grande cambiamento con l’attuale generazione Swift da 27 pollici rispetto all’originale è questo spettacolare pannello IPS e la differenza è enorme. Non è in senso stretto un effettivo monitor In-Plane Switching (IPS), e ciò a causa di restrizioni di branding, non di limitazioni tecniche. Il pannello AU Optronics Asus che hanno utilizzato si chiama Advanced Hyper Viewing Angle (AHVA), ma a tutti gli effetti si comporta esattamente come un prodotto IPS fatto da LG.

Vale a dire che sembra assolutamente splendida. La chiarezza è eccellente, i colori sono vivaci e precisi, i livelli di bianco sono impressionanti per un display IPS e la riproduzione nero veramente pazzesca.

Ma non è solo il pannello che lo separa dal resto – specialmente dato che anche l’impressionante Predator XB271HU di Acer utilizza lo stesso schermo AUO – la sottile cornice rifinisce lo schermo splendidamente, lo stand è solido ed i controlli, attraverso il joystick a 5 direzioni, sono il meglio che si possa trovare nei monitor di oggi.

La frequenza è anche un po’ più alta rispetto ai suoi fratelli Swift, arrivando ad una velocità massima di refresh di 165Hz e, prima che diciate qualsiasi cosa, potete tranquillamente vedere differenza tra 144Hz e 165Hz ad occhio nudo. E sul PG279Q è ancora in esecuzione il G-Sync .

Così, mentre qualcuno è titubante riguardo il prezzo, la risoluzione 1440p vi mostrerà che è possibile raggiungere sorprendenti velocità di gioco con una grande varietà di schede grafiche a prezzi diversi, e non troverete un pannello di gioco tanto ben calibrato quanto questo.

Miglior Monitor 4K

LG 27UD68P

LG 27UD68P

Se stavate cercando un monitor 4k ad un prezzo accessibile, fino a poco tempo fa significava scegliere un pannello TN. I pannelli 4K IPS erano sottili alla base e super costosi. Tuttavia le cose sono cambiate e questo incredibilmente conveniente LG da 27 pollici è un ottimo monitor da 4K ad un ottimo prezzo. E, grazie alle recenti riduzioni dei prezzi, l’LG da 27 pollici è oggi ancora più conveniente.

Questo monitor, infatti, utilizza proprio la tecnologia IPS di LG per offrire l’eccezionale riproduzione del colore che ci si aspetta dalla tecnologia di questo schermo, abbinandola anche ai superbi livelli di contrasto. Ancora più impressionante è il fatto le sue prestazioni contrasto non portano ai livelli di nero più deboli che ci aspettiamo da molti di schermi IPS. Le immagini che l’LG 27UD68P produce sono eccellenti e con la grande quantità di pixel a sua disposizione sono nitide e cristalline.

Vi è, naturalmente, il problema che a 27 pollici sembra un po piccolo per un display 4K. È possibile utilizzare il ridimensionamento di Windows per aumentare la dimensione del testo e delle icone, ma sono preoccupato per la confusione che può introdurre. A me sembra contro intuitivo di acquistare un monitor con una risoluzione così alta. Ma, ad un prezzo accessibile, la LG è ancora in grado di fornire una grande esperienza in 4K.

L’altro vantaggio è che supporta la tecnologia di sincronizzazione dei frame FreeSync di AMD, che permette di tagliare fuori le vibrazioni di immagine che si hanno nel gioco con VSync – quando si utilizzano schede compatibili AMD – e crea un gioco fluido per tutto. Avrete bisogno di una scheda grafica potente (o anche due) se si desidera giocare alla risoluzione naturale dello schermo, che, tra l’altro, è il motivo per cui non riesco ancora a consigliare un monitor 4K come il migliore display di gioco.

L’LG 27UD68P è anche un dispositivo piuttosto elegante. Il supporto curvo permette una gamma completa di regolazione del monitor e la cornice senza bordo crea un contorno molto sottile per i vostri giochi. Non c’è niente che distragga l’occhio dalla veloce azione di Overwatch.

Miglior Monitor Ultrawide


Asus ROG Swift PG348Q

Asus ROG Swift PG348Q

Il G-Sync-toting di Asus ROG Swift, con la sua frequenza di aggiornamento di 100Hz e i brillanti comandi del monitor Asus, è la nostra scelta come il migliore, in assoluto, monitor ultrawide da gioco. È ancora pesantemente costoso, ma con il suo recente calo di prezzo è competitivo con tutti i migliori modelli da 34 pollici.

Il lieve prezzo extra per la versione premium è più facile da giustificare, nonostante lo schermo Acer qui sotto, utilizzando esattamente lo stesso pannello senza i 25Hz extra di velocità d’urto e frame-syncing Nvidia di silicio. Lo splendido Asus PG348Q non vi deluderà, soprattutto se siete giocatori di GeForce alla ricerca di quella soluzione G-Sync.

C’è una leggera curva nel pannello IPS 3440 x 1440 chee, unita a quell’estremo rapporto 21: 9, rende questo uno dei monitor di gioco più coinvolgenti che si possono acquistare in questo momento. Vista la scelta, trovo davvero difficile decidere tra questo e l’eccellente Asus ROG PG279Q come mio preferito in assoluto, ma la frequenza di aggiornamento più alta dello schermo 16:9 per me è quel capello che fa appena la differenza. Appena.

Acer Predator XR341CK

http://pcora.org/wp-content/uploads/2016/12/Acer-Predator-XR341CK.jpg

L’Acer Predator era una volta il nostro monitor ultrawide favorito per il fatto che ci ha dato un riscontro positivo nell’immagine quasi quanto il bellissimo pannello di Asus ROG, ma ad un prezzo molto più basso. La qualità delle immagini è ancora lì, ma la differenza di prezzo no. Ora sono così vicini nel prezzo che dovrei dire che è l’Asus quello da prendere. L’Acer Predator XR341CK è ancora un grande schermo con una frequenza di 75Hz ed un ottimo pannello IPS da 3440 x 1440, ma è il prezzo che deve scendere. Fate attenzione all’Acer XR342CK però, di recente ho avuto la possibilità di visionarlo e c’era qualcosa di sfocato con il suo display – non tutti i Predators sono uguali …

Monitor a Miglior Budget (Economico)

BenQ GW2270H

BenQ GW2270H

È possibile trovare dei monitor da 1080p a prezzi davvero convenienti di questi tempi, ma la nostra raccomandazione è che dovreste evitare assolutamente qualunque cosa sia etichettata come pannello “Twisted Nematic” (TN). È la tecnologia più economica per la produzione di schermi, ma sacrifica anche in maniera enorme la qualità delle immagini rispetto ad altre opzioni. Questo BenQ GW2270H è uno degli schermi Full HD più vantaggiosi, non TN, che troverete ed è in grado di mostrare un immagine spettacolare.

Il compromesso qui (ce n’è sempre uno quando avete un budget) è il BenQ un 21,5 pollici in tutta la diagonale. Il compromesso, però, è che si ottiene un pannello con un discreto allineamento verticale (VA), la cosa migliore dopo un display IPS in buona fede. La riproduzione del colore non è così vivace come quella della tecnologia più costosa, ma ha una chiarezza e una profondità molto maggiore a quella che potreste avere anche nei migliori monitor TN, con nessuno dello sguardo slavato che affligge che la tecnologia dello schermo più conveniente.

Poiché è solo 21.5 pollici la risoluzione naturale di 1080p vi dà una ridefinita e breve distanza tra pixel, quasi alla pari con quella del calibro di un monitor 1440p da 27 pollici. Sarà necessario giocherellare un po’ con le impostazioni per ottenere l’immagine migliore. Il contrasto di basso livello è un po’ schiacciato, il che renderà più difficile tirare fuori il dettaglio nelle zone più scure, ma un piccolo ritocco della gamma RGB nei propri driver di grafica può alleviare molti di problemi.

Così, mentre il BenQ GW2270H non ha intenzione di infiammare il mondo del gaming, e non produrrà mai la qualità dell’immagine che si può ottenere nei monitor che abbiamo visto nelle fasce più alte, per il prezzo proposto resta un fantastico monitor.

AOC i2369v

AOC i2369v

Se si desidera pagare un po’ di più, si può arrivare fino al livello IPS. L’AOC utilizza un pannello 1080p, un pannelo IPS 6-bit, e ha un tempo di risposta leggermente più lungo con una più ampia distanza dei pixel rispetto al BenQ, dandovi però più vivacità di colore. I comandi AOC possono essere un po’ traballanti, e non lasciano molto di spazio di manovra quando si tratta di fare le vostre regolazioni, ma questo è quanto di più a buon mercato troverete in quanto a schermi IPS.

Monitor di livello base da 144Hz (Economico)

BenQ XL2411

http://pcora.org/wp-content/uploads/2016/12/Benq-XL2411.jpg

Se si desidera utilizzare la tecnologia di riduzione della sfocatura di movimento a 144Hz e non a 120Hz, allora il BenQ XL2411 è un’ottima scelta. Questo incredibile schermo di gioco è un po’ più costoso, ma ha la tecnologia di riduzione BenQ Blur, che è anche meglio del LightBoost, e funziona a 144Hz. Se riusciste a trovare il BenQ ad un prezzo più conveniente rispetto all’Asus, allora scegliete senza dubbio il BenQ. Anche se il BenQ è solo un po’ più costoso di Asus, si dovrebbe comunque scegliere il primo. È solo meglio e vale lo scambio nella maggior parte dei casi, a patto che la differenza di prezzo non sia troppo alta. Un altro buon vantaggio con il BenQ XL2411 è la retroilluminazione senza sfarfallio, che aiuta a prevenire l’affaticamento degli occhi dopo lunghi periodi di utilizzo. I prezzi dei monitor possono variare a seconda di dove si vive e se non vi è una campagna pubblicitaria in corso. Inoltre, fate attenzione che il BenQ non abbi altoparlanti integrati, in modo da tenere a mente se questo può fare la differenza per voi. Questo non è un problema per la maggior parte delle persone dal momento che molti giocatori utilizzano altoparlanti del PC dedicati, cuffie o un auricolare.

AOC G2460PF

Con quanto detto, se si desidera un monitor economico da 144hz, allora si dovrebbe seriamente dare uno sguardo al AOC G2460PF. Ti stai chiedendo quale sia il miglior monitor da 144Hz? Ebbene, questa è la risposta. Questo monitor da gaming da 144Hz ci ha sorpreso positivamente. Non ci aspettavamo questo tipo di prestazioni da un display economico, quindi non deve sorprendere il fatto che sia consigliato fortemente ai videogiocatori che sono alla ricerca di un monitor da 144hz a buon mercato. Ancora più sorprendente è che questo monitor supporta la tecnologia AMD FreeSync, quindi se hai una scheda grafica AMD che supporta il FreeSync, allora dovresti considerare seriamente l’acquisto di questo display se sei alla ricerca di un monitor da gaming economico da 144Hz. La gamma FreeSync su questo monitor è di 30-144Hz. Si può anche overcloccarlo a 160Hz con il FreeSync abilitato, ma invaliderà la garanzia di questo incredibile monitor da gaming. Se desideri un monitor da gaming per il gioco da professionisti, allora qualsiasi di questi monitor da 144Hz e oltre saranno la scelta giusta. Gli utenti AMD dovrebbero acquistarlo proprio grazie al supporto FreeSync.

Dopo aver svolto alcuni test approfonditi con questo monitor, e se i risultati saranno come ci aspetteremmo, consiglieremo questo monitor da gaming come la scelta migliore nel campo dei monitor entry-level da 144Hz.

Monitor Monitor Economici 4K

In questo momento del 2016, la risoluzione 4K è un importante punto focale per molti produttori di display. Purtroppo, i monitor 4K e i monitor da gaming 4K sono ancora decisamente costosi e le schede grafiche della generazione attuale non sono ancora in grado di riprodurre giochi a 4K ad alti frame rate. La nuova serie NVIDIA GTX 10XX e RX480 di AMD saranno in grado di spingersi a frame rate molto più alti, specialmente a risoluzione 4K e saranno l’ideale per il gaming in VR (il gioco in realtà virtuale).

Samsung U28D590D

http://pcora.org/wp-content/uploads/2016/12/Samsung-U28E590D.jpg

Il Samsung U28E590D somiglia molto al suo predecessore, il Samsung U28D590D, ma sono un po’ differenti ed è uno dei monitor 4K più economici sul mercato. Questo monitor 4K UHD utilizza un pannello TN con angoli di visualizzazione orizzontale da 170 gradi e un angolo di visualizzazione verticale da 160 gradi. Dispone inoltre di un tempo di risposta di 1ms per prevenire l’effetto immagine fantasma e una frequenza di aggiornamento da 60Hz tramite HDMI 2.0 o DisplayPort 1.2. Questo monitor è in grado di supportare splendidamente 1 miliardo di colori, il che significa che sarà possibile ottenere una grafica mozzafiato in cima a tutte le altre sorprendenti caratteristiche.

AMD FreeSync è anche una di quelle caratteristiche che il Samsung U28E590D supporta, il che rende lo rende un monitor 4K FreeSync. Può essere utilizzato per il gioco dato che questa funzione migliorerà l’esperienza complessiva di gioco. Con questa logica, il Samsung U28E590D può essere chiamato monitor 4K FreeSync da gioco, che è il tema principale di questa guida. Questa funzionalità di refresh rate adattivo con il tempo di risposta da 1ms ti darà la migliore esperienza di gioco sulle risoluzioni molto alte.

Il prezzo del Samsung U28E590D è di circa 370 euro. C’è una forte domanda per questo monitor, quindi se questo è quello di cui necessiti, assicurati di acquistarne uno in fretta! Samsung è attualmente l’azienda leader nello sviluppo dei monitor 4K e sentirai molto parlare in futuro dei suoi prodotti, dato che il 4K diventerà sempre più uno standard per i monitor da computer. La risoluzione 4K è ancora in fase di pesante sviluppo e dovremmo vedere grandi miglioramenti all’inizio del 2017.

Monitor da Gaming Economici con G-Sync

Il G-Sync consente al monitor di sincronizzare la frequenza di aggiornamento con il frame rate della tua GPU, permettendo un gameplay fluido e senza tearing, proprio come il FreeSync di AMD. Solo il metodo è diverso, dove G-Sync risulta migliore, ma anche più costoso, di circa $150-$200 in più.

Il monitor da gaming Acer Predator XB241H (Maggiori informazioni su Amazon) da 24 pollici offre una risoluzione Full HD e un’ottima frequenza di aggiornamento da 144Hz. Inoltre, offre un tempo di risposta da 1ms e la tecnologia ULMB (Ultra Low Motion Blur), supportata dalla maggior parte dei monitor G-Sync. Questa piccola ma bella funzionalità migliorerà la retroilluminazione e quindi ti darà la chiarezza nei movimenti di un CRT, simile a quella di LightBoost, ma migliore. G-Sync e ULMB non possono essere attivate contemporaneamente, per la natura di come queste tecnologie funzionano sullo schermo.

Acer Predator XB241H

Per utilizzare il G-Sync, è necessario collegare il monitor con il DisplayPort. Il monitor da gioco Acer XB241H viene fornito con un cavo DisplayPort incluso nella confezione e ha anche 2 altoparlanti stereo integrati da 2W.

Monitor da Gaming con FreeSync Economici

Come potrai ormai sapere, Nvidia G-Sync e AMD FreeSync sono tecnologie rivali. Il principio è lo stesso ma il metodo è differente. AMD utilizza i protocolli DisplayPort Adaptive-Sync, mentre Nvidia utilizza un hardware proprietario per sincronizzare la frequenza di aggiornamento del monitor con il frame rate della GPU che sta gestendo in quel dato momento. Ciò significa in definitiva che i monitor FreeSync sono più convenienti dei monitor G-Sync, che di solito costano $150- $200 in meno come abbiamo appena accennato sopra.

Acer Predator XG270HU

Fortunatamente per noi consumatori, Acer non si è schierata da nessuno dei due lati venendoci in soccorso. Allo stesso modo, con la serie XB, abbiamo la serie XG, che supporta invece il FreeSync. L’Acer Predator XG270HU (Maggiori informazioni su Amazon) è, nella data in cui scriviamo, l’unico monitor di questa serie. Si tratta di un monitor 27″ TN con risoluzione da 1440p e frequenza di aggiornamento da 144Hz. Inoltre, ha un tempo di risposta di appena 1ms, dando un input lag generale molto basso. Questo display da gioco ha anche degli altoparlanti integrati e porte HDMI, DVI e DisplayPort.

Considerando le specifiche e il fatto che questo monitor supporti FreeSync, il prezzo è davvero molto buono rispetto agli analoghi monitor G-Sync. Questo monitor ha riscosso molto interesse e ha ricevuto un’ampia domanda. È una buona scelta economica per coloro che hanno schede grafiche AMD e che desiderano solo un monitor da gioco da 144Hz che supporti una risoluzione da 1440p e FreeSync.

Se si desidera un monitor da 24 pollici, invece, allora è certamente consigliato l’AOC G2460PF (Maggiori informazioni su Amazon) , di cui abbiamo anche accennato in precedenza. È un monitor economico da 144Hz da 24 pollici che supporta AMD FreeSync nella gamma 35Hz-144Hz se si utilizzano i driver più recenti. Vanta un pannello TN che supporta una risoluzione massima di 1080p e ha un tempo di risposta di 1ms. È sicuramente uno dei migliori monitor per il gaming del 2016.

Come comprare un monitor da gioco

Quando si tratta di prendere un nuovo monitor da gioco, devi considerare la tua scheda video, o la prossima che prenderai. Se stai pensando di aggiornare il tuo pc con una scheda come la NVIDIA GTX 1050 c’è qualche motivo per non prendere un costoso monitor 1440p o 4K.

Allo stesso modo, se hai pagato un sacco per una scheda video come la GTX Titan X da 1200 $, un monitor da 20 pollici in 1080p non la fara brillare. Perciò se stai pensando di aggiornare l’hardware del tuo PC nel frattempo, o poco dopo l’acquisto del monitor, vale la pena pensare a ciò di cui la tua prossima GPU sarà capace.

Il trucco è assicurarti di poter giocare alla risoluzione nativa del tuo display. I pannelli a schermo piatto non sono più in grado di scegliere la propria risoluzione, perciò se giochi ad una risoluzione inferiore di quella nativa ti ritroverai con immagini leggermente sfocate. Ecco perchè, a meno che tu non possieda una GPU super high-end, probabilmente non vale ancora la pena passare ad un monitor 4K. Certo, potresti abbassare la risoluzione dalle impostazioni del gioco per giocare in 1080p o in 1440p, ma perderesti la qualità che avresti giocando ad una risoluzione nativa in 4K.

In questa parte introdurremo le diverse idee e le diverse tecnologie.

Dimensione del pannello e risoluzione

Quando si tratta di monitor di gioco, scegliere il più grande è quasi sempre meglio. Se si ha lo spazio, uno schermo da 27 pollici dà pienezza e offre la possibilità di andare oltre il Full HD, infatti offre una risoluzione massima di 1920p x 1080p. Molti modelli, più recenti, da 27 pollici sono ampi, come i monitor Quad High-Definition (WQHD) con risoluzioni massime di 2560p x 1440p. Il maggiore numero di pixel fornisce immagini molto più nitide rispetto ad un full HD, ma avrete bisogno di un scheda grafica decisamente più potente per poter giocare con gli ultimi giochi alla risoluzione più elevata, soprattutto se si hanno tutti gli effetti abilitati. Se lo spazio sulla scrivania è un problema, ci sono molti monitor da 24 pollici sul mercato, ma sarete limitati ad una risoluzione di 1920p x 1080p.

4k

Se si dispone di parecchio spazio, e il denaro non è un problema, sono disponibili monitor ancora più grandi. Un monitor da 30 pollici, 4K o Ultra HD (UHD) mostrerà delle immagini splendide, con una straordinaria risoluzione di 3840p x 2160p; potrete dare del vostro meglio grazie al monitor ultra-wide da 34 pollici, con o senza uno schermo curvo. Altrimenti potete scegliere qualcosa di ancora più grande (abbiamo testato schermi fino a 38 pollici). I monitor ultra-wide in genere hanno un rapporto di 21:9 (in contrasto con il solito 16:9), e offrono un campo visivo molto più ampio rispetto ad un monitor widescreen standard, ma purtroppo occupano molto spazio. Un monitor con pannello ultra-wide curvo ha una curvatura appena sufficiente per farvi sentire un po’ più vicino all’azione.

Il Mio Consiglio:

Per una sufficiente nitidezza delle immagini e dei dettagli (densità di pixel), scegliete almeno un Full HD 1080p.

Per un’eccellente nitidezza, invece, scegliete una risoluzione di 2560 × 1440 (WQHD).

Per una straordinaria nitidezza di immagini e dettagli scegliete la risoluzione Ultra HD (4K). Tuttavia siate consapevoli del fatto che i monitor 4K sono molto lenti e richiedono una buona GPU per l’esecuzione.

Per i giocatori che desiderano l’ultima novità in campo di nitidezza, resa cromatica e qualità complessiva dell’immagine, un monitor con risoluzione 4K sarebbe una gradita aggiunta hardware per un giocatore RPG. Si noti che i requisiti di GPU per l’esecuzione del monitor 4K sono significativamente più elevati rispetto ad altre risoluzioni dello schermo.

Tipo di schermo:

Ci sono diverse tecnologie di visualizzazione potete vedere utilizzate in un monitor di gioco, e ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi. I pannelli Twisted Nematic (TN) sono i più convenient e sono anche popolari tra i giocatori poiché offrono tempi di risposta dei pixel e frequenze di aggiornamento molto rapidi, ma sono soggetti a cambiamenti di colore se visti da un angolo. Gli schermi ad allineamento verticale (VA) sono noti per il loro elevato rapporto di contrasto nativo, i colori solidi, e la capacità di visualizzare i neri profondi, ma sono anche noti per produrre effetti di ghosting evidenti, che possono danneggiare le prestazioni di gioco. I dispaly In-Plane Switching (IPS) forniscono sotto tutti i punti di vista la migliore qualità del colore, un’ottima performance in scala di grigi, e ampi angoli di visualizzazione, ma non possono abbinare la risposta dei pixel dei pannelli TN e sono soggette a problemi di movimento.

Tempo di risposta del pixel e frequenza di aggiornamento

I monitor di gioco dovrebbero avere un tempo di risposta dei pixel veloce e una elevata frequenza di aggiornamento. Il tempo di risposta dei pixel più comunemente usato è il gray-to-gray, il quale viene misurato in millisecondi (ms) e indica il tempo impiegato da un pixel per passare da una tonalità di grigio ad un altro (alcune aziende usano ancora la vecchia misurazione black-to-white).

Una basso tempo risposta contribuirà ad eliminare le sbavature delle immagini in movimento e a fornire un quadro complessivo più fluido rispetto ad un tempo più elevato. Un tempo di riposta gray-to-gray di 2 ms o meno è l’ideale, ma anche un gray-to-gray di 4ms è in genere sufficiente per giocare.

Il Mio Consiglio:

Per un giocatore medio con esigenze di gioco ordinarie, si può selezionare un tempo massimo di risposta di 10 ms.

Per giocare a livelli competitivi scegliete un tempo di risposta sotto i 2 ms.

I tempi di risposta più veloci variano da 1ms a 5ms. Il giocatore professionista noterà la differenza a questa velocità.

La frequenza di aggiornamento di un monitor si riferisce al tempo (al secondo) che serve per ricreare l’intera immagine che mostra schermo e viene misurata in hertz (Hz). La maggior parte dei monitor LCD ha una frequenza di aggiornamento 60 Hz, il che significa che lo schermo viene aggiornato 60 volte al secondo, tuttavia le immagini in rapido movimento possono apparire sfocate su questa frequenza, o può accadere che il pannello soffra di screen tearing, un problema che si verifica quando il monitor i mostra pezzi di due o più immagini dello schermo contemporaneamente. Cercare un display con una frequenza di aggiornamento di maggiore o uguale a 120 Hz, che non solo aiuta a ridurre l’effetto mosso ed eliminare lo screen tearing, ma è un requisito per la tecnologia 3D.

Il mio consiglio:

Per giocare a livello amatoriale e disponendo di un piccolo budget, scegliete almeno 60 Hz di frequenza di aggiornamento.

Per avere un vantaggio nel gioco professionale e un gameplay molto fluido, scegliete un monitor da 144 Hz.

La ragione per cui consigliamo i pannelli IPS per le console di gioco è che i giochi per console vanno al massimo a 60 Hz. Quindi, acquistare un monitor che supporti frequenze di aggiornamento superiori a 60 Hz è eccessivo. Inoltre, di solito, è un compromesso per cose più importanti come: precisione dei colori, angolo di visione e la nitidezza; parametri per i quali non si vuole scendere a compromessi.

L’Input lag:

L’input lag, anche se molto importante, è spesso ignorato. Mentre è in esecuzione un video o semplicemente utilizzando il sistema informatico, l’input lag può diventare un ostacolo e influenzare l’efficacia delle operazioni svolte.

Ciò di cui si parla è il tempo impiegato per avviare e per eseguire un processo (mostrandolo sul monitor). In sostanza, dal momento del click del mouse finché non si vede l’azione apparire sullo schermo. L’input lag è solo il tempo di ritardo interno, ma come saprete, anche la connessione ad internet è un contributo significativo per i giochi online – si noti la differenza.

Per un giocatore amatoriale o un professionista, un ritardo di più di 30 millisecondi è un problema evidente, soprattutto giocando in modalità FPS, ai giochi di corse o a giochi che in genere richiedono azioni rapide. Oltre che la connessione internet, è emerso che uno dei motivi principali per errori imprecisati o problemi durante il gioco è l’elevato input lag. Così, l’input lag, pur non essendo una misura standard per le prestazioni generali dello schermo, è abbastanza significativo per la maggior parte dei giocatori. Motivo per cui viene aggiunto a questa guida. Per il giocatore medio, un input lag di 30 o meno millisecondi andrebbe bene, mentre i giocatori professionisti hanno bisogno di un lag di 10ms massimo.

Rapporto di Contrasto:

Il rapporto di contrasto è anche un parametro importante da controllare, dal momento che può mostrare una differenza chiara tra oggetti neri e blu scuro/grigio. Nitidezza, morbidezza e tempo di risposta dovrebbero essere i parametri principali da valutare per giochi di corse, e simili, in cui gli oggetti si muovono piuttosto rapidamente, soprattutto se si vogliono evitare effetti di ghosting o immagini sfocate. Caratteristiche utili per la salute dell’occhio, come la riduzione della luce blu, sono anche molto importanti quando si gioca per lunghi periodi di tempo o quando si gioca in stanze buie. Ciò può provocare mal di testa sia durante ma soprattutto un poco tempo dopo aver giocato, momento in cui si può percepirlo maggiormente. Così, la riduzione della luce blu, sarà anche una caratteristica necessaria da prendere in considerazione per i giocatori che stanno davanti allo schermo diverse ore di fila.

Adaptive Sync:

Vi consigliamo un monitor con Adaptive Sync (sincronizzazione adattabile) se vi piace giocare a giochi rapidi con elevate esigenze grafiche. Si eliminerà lo screen tearing e verrà fornita una migliore esperienza di gioco. G-sync o FreeSync dipende da quale tipo di scheda grafica avete. FreeSync verrà eseguito solo con le schede grafiche AMD. G-sync sarà eseguito solo con Nvidia, ma è più costoso. Si noti, tuttavia, che i monitor G-Sync e FreeSync richiedono una scheda grafica compatibile con una uscita DisplayPort 1.2 o una HDMI 2.0.

Secondo tecnici di entrambe le aziende, pur lavorando in modi diversi, dovrebbero essere performanti allo stesso livello. Opinioni soggettive differenziano i propri giudizi sulle prestazioni, ed la scelta varia in base alle vostre preferenze.

Monitor curvi:

Uno schermo curvo copre quasi tutto il campo visivo e fornisce un’esperienza di gioco molto coinvolgente. Sceglieteli pure se vi piace giocare a giochi di corse o simili. Solitamente sono costosi.

Ingressi video e altre funzioni

Un monitor di gioco dovrebbe essere dotato di una varia gamma di ingressi video, in modo da poter essere connesso a più PC e console di gioco come la PS4 Pro di Sony su Amazon e la Xbox One S di Microsoft. Le doppie porte HDMI sono ideali, in quanto le console principali usano l’HDMI, mentre alcune schede grafiche di fascia alta offrono sia l’uscita DisplayPort che la connettività DVI. Le porte USB sono anche una buona caratteristica, in quanto lo rendono facile da collegare ai controller di gioco, mouse, chiavette USB e altre periferiche esterne. Le porte USB laterali rendono facile da collegare e scollegare le periferiche senza dover raggiungere la parte posteriore del monitor. Un potente sistema di altoparlanti con un subwoofer integrato migliorerà la vostra esperienza di gioco e vi farà risparmiare spazio sulla scrivania; inoltre, un supporto con regolazioni per altezza, inclinazione e rotazione, offre un comfort ergonomico per quelle maratone lunghe tutta la notte.

Leggi di più:
Miglior Monitor PC per Fotografia
Assemblare PC Gaming con 500
Assemblare un PC da Gaming con 600

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

EmailEmail