Home / Come / Cos’è Ultra HD Premium? Nuovo standard HDR spiegato

Cos’è Ultra HD Premium? Nuovo standard HDR spiegato

Quanti loghi servono nelle TV? Uno in più, apparentemente, ma cos’è ‘Ultra HD Premium’ e dovresti interessartente? Vediamo se possiamo lasciar perdere questa cosa.

È una TV 4K o una TV Ultra HD? Se conosci la tua TV, saprai che non c’è molta differenza in realtà. Nonostante ci sia, parlando tecnicamente, confrontando le differenze sono la stessa cosa in termini reali.

L’UHD Alliance, un consorzio di produttori TV, emittenti e produttori di film, si sono uniti per creare una nuova cosa – Ultra HD Premium. È un programma che definisce quali standard tecnici una TV deve avere per fornire un’esperienza 4K ‘premium’.

Così confuso, l’intenzione sembra buona. Se una TV ha questo logo allora – con qualche ragione – è una spanna sopra le TV che non ce l’hanno.

Ma nulla è così semplice. Se vuoi la risposta lunga continua a leggere.

Ultra HD Premium

Perché è necessario questo tipo di Logo?

È necessario, a causa del “High Dynamic Range” (vale a dire Alta Gamma Dinamica) qui di seguito indicato come HDR. La nostra guida, HDR TV: di cosa si tratta e dovremmo interessarcene? entra nel dettaglio, ma HDR è la stenografia delle diverse tendenze che permettono di avere accesso ad immagini più luminose, più precise e con migliori opzioni di contrasto dal proprio televisore.

Ma, come con qualsiasi nuovo gergo tecnologico, è aperto agli abusi e questo è ciò che il logo Ultra HD Premium mira a prevenire. Grazie alla definizione di un insieme di standard per quello che i produttori di TV possono denominare un TV come un HDR , tutti possono avere chiaro se quello che si sta ottenendo, risponde o meno alla realtà.

In breve: se un televisore avrà il logo Ultra HD Premium, questo significherà che esso supporta il contenuto HDR. ll logo apparirà anche sui dischi Blu-ray per certificare se il film o lo show televisivo sono stati prodotti conformemente allo standard.

Cosa c’è dunque di così eccezionale su una TV HDR ?

Vedere è credere, ma ho visto film girati e masterizzati per l’HDR e la differenza è notevole. La ripresa HDR è più ricca e più reale di qualsiasi altra cosa mai vista fin’ora. Dolby Vision, un altro standard per le televisioni e il cinema HDR, ha già dimostrato quanto buono possa essere. Per capire un po’ di più sul perché, si può leggere l’articolo di cui al link sottostante.

Di nuovo, senza scavare troppo in profondità nei dettagli, quello che l’HDR fa è quello di liberare film e televisori dai vincoli ai quali erano stati costretti a causa di norme vecchie di decenni e concepite per i tempi in cui la tecnologia era di molto meno avanzata. Ma nel fare questo lavoro, è necessario che le grandi aziende lavorino insieme, perché se uno non agisce secondo le regole, poi ne soffrono tutti.

Ultra HD Premium

Che cosa fa diventare di un televisore, un tipo Ultra HD Premium?

Ecco che arriva la scienza. Non è agevole semplificare questo argomento, ma ecco una sintesi approssimativa dei dettagli tecnici.

Risoluzione minima di 3.840 x 2.160 – questo è un aspetto semplice perché si tratta della risoluzione – e cioè il numero di pixel che compongono lo schermo del televisore – dei televisori 4K/Ultra HD. Non ci può essere confusione qui.

Profondità di colore a 10 bit – ciò significa che il televisore deve essere in grado di ricevere ed elaborare un segnale di colore a 10 bit, che si riferisce al numero di colori che contiene un segnale video. I blu-rays usano il colore a 8 bit, che equivale a poco più di 16 milioni di singoli colori.

ll colore a 10 bit, spesso chiamato “colore profondo”, contiene oltre un miliardo di colori.Questo non significa che la TV deve essere in grado di visualizzare tutti quei colori, ma che può elaborare il segnale. Quelli più decenti ci riescono, quindi qui non c’è problema.

 

Minimo del 90% dei colori P3 – ‘ P3 ‘ è quello che viene riconosciuto come uno “spazio cromatico”, uno standard che definisce le informazioni cromatiche in un flusso video. Spazi di colore esistono per garantire che l’immagine che si vede a casa sia corretta. Pensate al linguaggio del colore nello stesso modo in cui si pensa all’inglese come una lingua con delle regole su cui le persone concordano.

Per qualificarsi come una TV Premium Ultra HD, un televisore deve essere in grado di visualizzare il 90% dei colori definiti dallo spazio cromatico P3. Questo numero è quello che viene indicato come la gamma di colori, o il numero di colori che un display può effettivamente gestire. Così, una TV che può mostrare il 90% dei colori P3 dovrebbe essere definita come un apparecchio con una gamma di colori al 90%.

Più alto è il numero e più ricchi e accurati sono i colori su un televisore.

Ultra HD PremiumSi tratta di un confronto tra diversi spazi di colore. Il sRGB/REC.709 è lo standard per i televisori attuali e copre solo il 80% dei colori disponibili che utilizzano lo spazio colore DCI P3.

 

 

Intervallo dinamico minimo- Se vi viene già il mal di testa, allora sappiate che da ora in poi, le cose andranno solo peggiorando. Mi dispiace. Per qualificarsi, i televisori devono soddisfare uno standard minimo per la luminosità massima che possono raggiungere e per la luminosità più bassa – nota come livello nero – che possono sostenere.

Sembra semplice giusto? Sbagliato!! Questo perché ci sono due diversi standard di seguito menzionati:

Standard 1: Più di 1.000 nit di picco di luminosità e meno di 0,05 nit-livello nero

Standard 2: Più di 540 nit di luminosità e meno di 0,0005 nit- livello nero

Gli osservatori fra voi avranno notato che uno standard richiede una maggiore luminosità di picco e accetta un livello più alto (e quindi inferiore)del tipo nero, mentre il secondo standard accetta una luminosità di picco inferiore, ma richiede un livello nero molto più basso (e quindi migliore).

Questo è per sistemare i pro ed i contro delle diverse tecnologie di TV. Le TV a LED, che compongono la maggior parte dei televisori venduti, sostengono una maggiore luminosità, ma dei livelli di tipo nero inferiori. Se invece facciamo riferimento ai televisori con OLED, questi sono in grado di produrre deineri incredibilmente profondi, ma non sono così luminosi.

In altre parole, Alliance ha trovato un modo per rendere tutti felici.Evviva!

 

Potrebbe la mia TV attuale essere ultra HD Premium?

Un apparecchio TV potrebbe essere certificato Premium Ultra HD con effetto retroattivo, ma pochi televisori rilasciati nel 2015 possono rientrare in questo standard. Quindi, se siete interessati all’ HDR, probabilmente avrete bisogno di una nuova TV.Detto questo, dal 2015, qualsiasi TV di fascia alta è sempre ben potente, quindi non c’è bisogno di rattristarsi per questo. .

Ultra HD PremiumAnche il fantastico televisore ad OLED Panasonic da 8.000 sterline non può essere certificato Premium Ultra HD, anche se la maggior parte dei TV di fascia alta del 2016 lo sarà.

Che altro mi servirà?

Se si acquista quest’anno uno di questi brillanti nuovi TV con il logo Premium Ultra HD, avrete bisogno di più accessori per godere dei benefici. Per iniziare, avrete bisogno di un lettore Blu-Ray Ultra HD – no, il vostro attuale lettore Blu-Ray purtroppo non sarà idoneo. Avrete anche bisogno di un Disco Blu-ray Ultra HD, masterizzato per l’HDR.Sia i lettori che i dischi, come pure le TV, si sono resi disponibili dal 2016.

Netflix e Amazon hanno già iniziato a lavorare su contenuti in streaming HDR, tuttavia, dunque i Blu-Ray non rappresenteranno l’unica risorsa.

About mavis

Check Also

Miglior Mouse da Gaming 2018: Come Scegliere il Mouse da Gaming Ideale

In realtà non è necessario disporre di un mouse da gaming per giocare su PC. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *