Come migliorare le prestazioni del portatile?

È il ciclo di vita dell’hardware: un buon portatile durerà non più di 4 anni, prima che esso sia considerato superato. Tuttavia, di solito non passano più di 1-2 anni di utilizzo intensivo, prima che un portatile inizi ad andare più lento. Quando arriverà questo momento, potrai considerare di fare un restyling del tuo portatile per migliorarne le prestazioni e ad avvicinarlo, o addirittura superare, ai suoi livelli originali di prestazioni.

Come si fa a sapere se è meglio cambiare veste al vecchio portatile o se è meglio aspettare e risparmiare denaro per comprarne uno nuovo? E se si sceglie la prima opzione, come si fa a sapere il miglior rapporto costo-efficienza di un componente da cambiare? In questo articolo ti aiuteremo a capirlo.

È il caso di dare una nuova veste al tuo portatile?

Per sapere se vale la pena fare un restyling al tuo portatile o se semplicemente acquistarne uno nuovo, dovresti conoscere quanto basta le sue specifiche hardware. Soprattutto, dovresti conoscere la potenza della scheda madre / processore, in quanto sono i componenti di base che non sono facilmente sostituibili (non a costi ragionevoli).

Al momento, tutto ciò che è al di sotto di un processore quad core non vale la pena tenerlo, mentre su alcuni portatili dual core di fascia alta è possibile aggiornarli. Se hai un portatile da un paio di anni e solo recentemente sta iniziato a perdere colpi, puoi prendere in considerazione la sostituzione dei seguenti componenti:

1) Aumentare la RAM

Questo è il più semplice degli aggiornamenti che si dovrebbe considerare quando si ha un portatile datato, in quanto oltre ad essere poco costoso è senza dubbio un aggiornamento importante. Passare da 4 a 8 GB di RAM ti costerà non più di $ 50, e avrai una differenza sostanziale sulle prestazioni complessive della macchina. Ciò è particolarmente vero se il portatile tende a rallentare quando hai molte schede aperte nel browser.

La maggior parte dei portatili moderni dispone di un comodo accesso agli slot della RAM, il che rende molto semplice l’aggiunta di nuovi moduli o la sostituzione di quelli vecchi, senza aver il bisogno di chiamare un tecnico. È sufficiente dare un occhiata dietro il case del portatile, dove è posta la RAM; di solito sarai in grado di accedervi senza la necessità di smontarlo.

2) Sostituire il disco rigido

Uno dei principali motivi per cui un portatile, dopo un paio di anni di uso regolare, inizierà a perdere prestazione e ad andare più lento è il disco rigido, soprattutto se si tratta di un HDD tradizionale (unità disco rigido). Questo componente è costituito da piccole parti fisiche che tendono a logorarsi dopo un po’ di tempo, abbassando significativamente le prestazioni complessive del portatile. Inoltre, se non si formatta il disco rigido periodicamente, i dati tenderanno a frammentarsi, abbassando ulteriormente la loro velocità di trasferimento.

Sostituendo il disco rigido del tuo portatile potrai immediatamente ringiovanirlo, e dato che le capacità normali di HDD continuano a crescere, puoi facilmente installare un disco rigido più capiente senza spendere troppo. Inoltre, analogamente al vano della RAM, la maggior parte dei computer portatili dispone di un facile accesso al disco rigido, semplificando l’eventuale aggiornamento. Il suo costo dovrebbe aggirarsi attorno ai 100 dollari.

3) Passare ad una unità SSD

Invece di sostituire l’HDD del tuo portatile, puoi considerare l’acquisto di un SSD (Solid State Drive). Questa è la nuova generazione di archiviazione dati, e anche se è relativamente più costoso di un HDD tradizionale, offre dei vantaggi decisivi che porteranno a migliorare le prestazione del tuo portatile. Per avere un idea, devi sapere che un SSD costa almeno tre volte di più rispetto ad un disco rigido di dimensioni comparabili, ma è anche vero che è, se non altro, tre volte più veloce dell’HDD.

Gli SSD sono più affidabili, non generano quasi alcun calore, consumano meno energia (contribuendo così a migliorare l’autonomia della batteria del tuo portatile), e ancora più importante … sono drasticamente più veloci di un disco rigido normale, sia in lettura che nella scrittura dei dati. Il che significa che il tuo portatile si avvierà più velocemente ed eseguirà tutte le operazioni più velocemente, come l’avvio dei programmi e la copia dei file. Questo aggiornamento può essere un po’ costoso (circa $ 200 per un valido SSD da 256GB), ma è probabile che tra tutte le modifiche descritte in quest’articolo sarà quella che più di tutte inciderà sui miglioramenti generali, rendendo il tuo lavoro notevolmente più veloce anche rispetto a quando era nuovo di zecca.

4) Sostituire la batteria

Se stai facendo un restyling del tuo portatile sostituendo le parti fondamentali di cui abbiamo parlato poco fa, puoi anche prendere in considerazione l’acquisto di una nuova batteria. Questo non influirà direttamente sulle prestazioni, ma può essere molto utile – specialmente se l’autonomia della batteria originale non è più come una volta. Inoltre, è possibile acquistare una nuova batteria di capacità superiori rispetto all’originale, dandoti la possibilità di avere più tempo a tua disposizione. Una nuova batteria costa circa $75, e ti aiuterà a riscoprire quella mobilità che avevi un tempo col tuo portatile.

Considerazioni finali

Quando il tuo portatile comincia a diventare “vecchio”, non c’è bisogno di correre a comprarne uno nuovo. Il più delle volte, basterà fare un restyling sostituendo i componenti suggeriti in questo articolo. Questo è il modo migliore per apportare modifiche in maniera incrementale investendo il giusto, a condizione che il portatile abbia ancora un ottimo motore (CPU) per sostenere questi cambiamenti, che lo renderanno come se fosse nuovo di zecca.

Per Saperne Di Più:
Assemblare PC Gaming con 500

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *